Home / Benessere / Come struccarsi: ecco tutti i metodi

Come struccarsi: ecco tutti i metodi

Quali sono i metodi più efficaci per struccarsi? In commercio è facile trovare una grande varietà di prodotti adatti a questo scopo, con detergenti e struccanti che garantiscono buoni risultati in tempi rapidi, ma chi lo desidera può fare affidamento su soluzioni alternative non meno apprezzabili. Sono in pochi, infatti, a sapere che l’olio di oliva è uno struccante naturale decisamente pratico e altrettanto sano: merito della sua composizione lipidica, grazie alla quale è possibile sciogliere le tracce lasciate dal make up, che – a sua volta – è costituito da grassi. Dai rossetti al fondotinta, passando per il mascara, il trucco ha sempre componenti oleose: e così non c’è niente di meglio dell’olio per dissolverle.

Come struccarsi ecco tutti i metodi

Per struccarsi si può usare l’olio di oliva, quindi, ma in realtà va benissimo qualsiasi altro tipo di olio naturale, da quello di germe di grano a quello di ricino, passando per l’olio di lino e quello di jojoba, senza dimenticare l’olio di girasole e quello di mandorle dolci. Dopodiché è opportuno tenere a portata di mano un sapone naturale, meglio se per pelli grasse, e un panno in microfibra, che comunque può essere sostituito da un asciugamano in spugna morbida.

Dopo avere versato un goccio di olio sulle mani appena bagnate, è necessario massaggiare il visto – che non deve essere umido – per poi strofinarvi sopra un asciugamano o un panno in precedenza bagnato con un po’ di acqua tiepida. Naturalmente l’azione deve essere delicata e non troppo vigorosa. Nel caso in cui si abbia a che fare con un trucco molto pesante o si viva in un ambiente molto inquinato, sarebbe preferibile integrare la detersione con del sapone, che consente di rimuovere l’olio.

Il sapone di Aleppo è, con tutta probabilità, il più indicato a questo scopo, anche perché è a base di olio di oliva e alloro. Tanto maggiore è la percentuale di olio, quanto più elevato è il suo potere sgrassante. Nessuna paura, comunque, perché il ph della pelle viene sempre rispettato, e l’equilibrio idrolipidico non viene compromesso in alcun modo. Sono da evitare, tuttavia, i saponi per le mani, perché il loro effetto è eccessivamente sgrassante: essendo concepiti per le mani, la cui pelle è diversa da quella del volto, si rivelano inadatti, contribuendo a far seccare ancora di più le pelli che sono già secche e incentivando la produzione di sebo nelle pelli grasse.

Ci si potrebbe chiedere, a questo punto, se l’olio non sia controindicato e non renda grassa la pelle. In realtà questo rischio non si corre con gli oli naturali, che non alterano la tipologia del sebo della pelle perché sono eudermiche. In generale, per le pelli più secche è consigliabile struccarsi con l’olio di mandorle dolci, mentre per le pelli più grasse sono da preferire l’olio di girasole e quello di jojoba, che sono più leggeri. Da bandire sono, invece, gli oli minerali, al cui interno è presente la paraffina, causa dei temuti punti neri.

Come struccarsi ecco tutti i metodi

Una valida alternativa a tutte queste soluzioni può essere individuata nell’acqua micellare, che può essere utilizzata per struccarsi sia quando il make up è leggero sia quando è molto pesante: nel primo caso è sufficiente bagnare un dischetto di cotone per ripulire tutto il viso, mentre nel secondo caso è meglio usare un dischetto per ciascuna parte del volto (e cioè uno per le labbra, uno per le palpebre, uno per le guance, e così via). L’acqua micellare, che ormai si trova in vendita in tutti i supermercati, oltre che nei negozi specializzati, è in grado di rimuovere lo sporco in modo molto delicato grazie all’azione delle micelle, che agiscono come delle calamite e si attaccano alle impurità della pelle, portandole via con sé.

About Amministratore

Lo Sai Come è un blog specializzato nel darti tutte le informazioni utili su Arredamento, Benessere, Cibo e Cucina, Shopping, Sport, Tecnologia, Viaggi e Vacanze e Tutorial.

Check Also

Sai come funziona il risarcimento per responsabilità medica?

Sai come funziona il risarcimento per responsabilità medica?

Se siete rimasti vittima di un caso malasanità e volete ottenere giustizia si deve seguire …

Lascia un commento