Home / Notizie / Sai come funziona il lavoro di un Rspp?

Sai come funziona il lavoro di un Rspp?

Con il termine Rspp si indica il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, cioè la figura aziendale – interna o esterna all’azienda – che si occupa di coordinare mezzi e persone per garantire la sicurezza nello svolgimento dei compiti professionali quotidiani.

Sai come funziona il lavoro di un Rspp

Un Rspp viene, di solito, scelto e nominato dal datore di lavoro ed è in possesso delle competenze necessarie per “utilizzare” nel modo giusto tutti i sistemi a disposizione per evitare rischi sul luogo di lavoro. In alcune particolari occasioni, però, il datore di lavoro può ricoprire autonomamente questo ruolo.

Più nel dettaglio, un Responsabile si occupa di:
– individuare e valutare tutti i possibili fattori di rischio, appoggiandosi come riferimento alle normative ufficiali in vigore
– mettere a punto misure e sistemi protettivi
– elaborare piani e procedure di sicurezza
– programmare una formazione e una informazione dei lavoratori
– partecipare alle riunioni periodiche delle figure aziendali coinvolte nella gestione della sicurezza, come RLS (cioè, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) e medico competente.

Rspp: la formazione

La formazione di un Rspp è articolata e deve essere seguita con attenzione, in modo da aggiornare e completare periodicamente la propria preparazione!
Chiunque desideri diventare Responsabile deve avere il diploma di scuola media superiore e deve seguire e superare tre moduli di formazione: A, B e C.
Il modulo A, di 28 ore, è propedeutico ai blocchi B e C e consente di ottenere una qualifica permanente, che non è necessario riaggiornare: il percorso formativo incluso in questo modulo tratta di tematiche generali e trasversali, come le normative, la legislazione corrente, i soggetti aziendali, la natura e le caratteristiche dei rischi.
Il modulo B è una vera e propria prima specializzazione, che cambia in base ai settori di appartenenza: fra questi, Agricoltura, Sanità, Pubblica Amministrazione, Estrazioni… Il blocco B non è collegato al Modulo C e non è propedeutico.
Il modulo C è un’ulteriore specializzazione, questa volta di 24 ore: anche in questo caso si ottengono crediti formativi permanenti, relativi a ergonomia, organizzazione del lavoro (notturno, a turni…) e stress correlato al lavoro.

Come funziona il lavoro di un Rspp

Lo stesso percorso viene seguito non solo dagli Rspp, ma anche dagli Aspp, cioè gli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Rspp e ddl: in quali occasioni le due figure vanno separate?
Abbiamo già detto che il datore di lavoro può svolgere, in alcune occasioni, il ruolo di Rspp: esistono, però, condizioni per cui le due figure devono rimanere separate.
A stabilire le caratteristiche di questo ruolo sono anche due decreti legislativi: il decreto 17 marzo 1995, n. 230 e il decreto 17 agosto 1999, n. 334.

Le normative stabiliscono che i ruoli di Ddl e Rspp devono essere ricoperti da persone diverse:
– nelle aziende industriali definite dal decreto del ‘99
– nelle centrali termoelettriche
– nelle aziende con oltre 200 lavoratori e nelle industrie estrattive con più di 50 lavoratori
– nelle aziende che si occupano di esplosivi
– negli impianti di installazione
– nelle strutture di ricovero con più di 50 lavoratori.

Quello del Rspp è un ruolo davvero centrale: conoscerne formazione, ruoli e responsabilità è utile non solo a chi vuole ricoprire questo ruolo, ma anche al loro fianco ogni giorno!

About Amministratore

Lo Sai Come è un blog specializzato nel darti tutte le informazioni utili su Arredamento, Benessere, Cibo e Cucina, Shopping, Sport, Tecnologia, Viaggi e Vacanze e Tutorial.

Check Also

Partire per un week-end

Sai come scegliere la meta per un week end?

Viaggiare è un azione che tutti dovremmo fare. Oltre a darci la possibilità di rilassarci …

Lascia un commento