Home / Benessere / Sai come funziona il risarcimento per responsabilità medica?

Sai come funziona il risarcimento per responsabilità medica?

Se siete rimasti vittima di un caso malasanità e volete ottenere giustizia si deve seguire un preciso iter che verrà di seguito indicato dallo Studio Medico Legale della Dott.ssa Gargiulo con sede a Milano.

Sai come funziona il risarcimento per responsabilità medica?

E’ necessario prima di tutto definire cosa si intende per malasanità, ovvero quando con la somministrazione di una prestazione sanitaria, un errore medico (errore diagnostico / errore nella terapia) si provoca un danno al paziente che ha usufruito di tale prestazione. Coloro che possono incorrere nella responsabilità medica sono i medici, le strutture sanitarie come Ospedali o Cliniche e gli ausiliari (infermieri). In parole povere si parla di malasanità nei casi in cui il professionista, non rispettando la scienza medica, provoca con il suo operato danni o lesioni permanenti al paziente. Inoltre, non basta dimostrare la responsabilità medica, ma è necessario dimostrare la relazione tra le azioni compiute dal medico o dalla struttura sanitaria e le lesioni riportate dal paziente.

Dopo avere definito cosa si intende per malasanità, bisogna precisare che l’iter per l’ottenimento del risarcimento danni deve essere seguito da professionisti specialisti nel campo dell’errore medico  (medico legale e avvocato) se si desidera avere delle probabilità di successo. Il risarcimento da malasanità quindi, non è altro che il giusto indennizzo ottenibile per l’errore medico subito, al termine di una procedura divisa in diversi steps che, nel caso migliore, si può concludere con una transazione con l’assicurazione o la struttura ospedaliera. Una volta terminata la fase transattiva si avrà diritto al risarcimento del danno e al pagamento.

Cosa succede se non si trova un accordo in questa prima fase?

Il paziente può comunque agire in sede civile o penale per il riconoscimento dei propri diritti e del danno subito.

La seconda fase, in caso di mancata transazione, è l’azione con l’Accertamento tecnico preventivo (696 bis cpc).

L’accertamento tecnico preventivo è un procedimento di estrema importanza che consente di accertare la responsabilità medica e che da diritto al risarcimento per malasanità. In questa fase si stabilisce e si individua il nesso causale tra errore medico e danno del paziente.

Volendo comunque indicare in modo semplificato i passi da effettuare quando si intraprende una causa per responsabilità medica si possono indicare i seguenti punti:

– esame della documentazione sanitaria: questa fase, estremamente delicata ed importante, prevede che lo Studio medico legale effettui un approfondito esame della documentazione sanitaria e del caso in oggetto al fine di redigere un parere di fattibilità.

– valutata la fattibilità del caso e rilevato quindi l’errore medico lo Studio medico legale procede alla stesura della perizia medico legale necessaria a stabilire il nesso causale fra l’errore stesso e il danno biologico riportato.

– soluzione del contenzioso: una volta stabilito l’errore medico per negligenza, imprudenza o imperizia si potrà procedere alla quantificazione del danno da malasanità e alla redazione della perizia medico legale e si potrà richiedere il risarcimento del danno medesimo.

About Amministratore

Lo Sai Come è un blog specializzato nel darti tutte le informazioni utili su Arredamento, Benessere, Cibo e Cucina, Shopping, Sport, Tecnologia, Viaggi e Vacanze e Tutorial.

Check Also

Che cos'è l'acqua micellare e come utilizzarla

Che cos’è l’acqua micellare e come utilizzarla

L’acqua micellare è un prodotto in commercio ormai da più di 20 anni, anche se …

Lascia un commento